Social Media

Se si pensa al web marketing, non è possibile evitare i Social Network e tutte le implicazioni sociologiche e di impatto concreto che portano a business di ogni tipo, sia b2b che b2c. Il nostro approccio al tema Social Media è quello di mantenere molta concretezza, concentrandoci sul pragmatismo che anche i Social possono portare a un progetto web, al di là dei comunque sempre validi motivi di comunicazione e brand awareness. E’ una delle categorie principali di Bee Social: buona lettura!

Cerchi un’agenzia che si occupi professionalmente di Social Media e Comunicazione? Leggi il nostro modo di lavorare sui Social: Bee Social, agenzia Social Media e Comunicazione Online

facebook home

Facebook Home

by

Facebook lancia Facebook Home. Non è semplice descrivere a parole cosa sia… direi una sorta di launcher da installare sul vostro smartphone. Scopriamo di più sul nuovo prodotto Facebook…

google connect registrazione

Registrazione ad un sito: arriva il Google Connect

by

Pochi giorni fa Google ha comunicato sul suo blog dedicato agli sviluppatori che è possibile usare anche il “Google Connect” nella fase di sign in ad un sito: si tratta dunque di un altro passo in avanti di Google nella rincorsa ai due affermati Social Network rivali…

vaticano twitter

Il brand Vaticano bocciato su Twitter

by

Era sbarcato su twitter soltanto pochi mesi fa e le freddure da parte del popolo del web non erano certo mancate, ma l’avventura papale tra celestiali cinguettii forse ha avuto una durata più breve di quanto chiunque si aspettasse… epic fail?

Come fare Customer Care sui Social Media!

by

Meno mail e meno call center, oggi il servizio clienti si fa anche e soprattutto sui social media, ed è proprio su queste piattaforme che si stanno sviluppando professionalità specializzate nel “social customer care”.

Facebook cambia il diario

by

Novità in casa Facebook! Il social network di Zuckerberg, ormai diffuso in tutto il mondo, ha introdotto alcune modifiche all’interno del diario, strutturando in modo più ordinato i contenuti all’interno dei profili. Ennesimo cambio…

Social Media 2013: La fabbrica delle emozioni

by

Volevo fare un post sui social trend per il 2013, poi ho cambiato idea. Il 2012 è stato l’anno il cui i social media sono diventati maturi, sono evoluti gli utenti e sono migliorate le strategie delle grandi aziende. Molte PMI hanno iniziato a strutturare presenze stabili e sono nate nuove opportunità di conversione per punti vendita e “botteghe” artigianali….

La Farmacia del Futuro? Sempre più social

by

[dropcaps]Q[/dropcaps]uando si pensa alla Farmacia, quasi sempre vengono in mente malattie, farmaci da prendere..insomma rievoca spesso emozioni negative, e finchè siamo in forma difficilmente capitiamo di andarci. Farmacia però vuol dire anche fiducia, fiducia nel proprio farmacista, nei farmaci che ci vende e nei suoi consigli. Anche a causa delle recenti discussioni sulle liberalizzazioni, la Farmacia deve essere in grado…

Guerra tra Social Cannibali: Apple elimina YouTube e si compra Fancy

by

[dropcaps]L[/dropcaps]a strategia della mela è lampante, osteggiare Google in qualsiasi modo e a qualsiasi prezzo, limitandone l’utilizzo sui suoi dispositivi, conquistando a spallate nuove aree del mercato. Dopo la messa in cantina di Google Maps (per creare una app migliore solo per iOS), Apple manda in pensione YouTube. L’app del famoso social media non sarà quindi più disponibile nell’app store, una…

Vincitori e vinti: Le olimpiadi dei social media

by

[dropcaps]L[/dropcaps]a competizione tra social network oggi si gioca su più campi: funzionalità (mobile), base utenti, brand attivi, engagement e fatturato, sono solo alcuni aspetti che determinano la salute di un social. Anche quest’anno è tornato il Report di Ignite Social Media a monitorare, restando in clima olimpico, quali social ambiscono al podio demografico e geografico. Facebook come Micheal Phelps (o Usain…

Il futuro del Web: immaginare un mondo senza rete

by

Come sarebbe il mondo senza Internet? Una prospettiva improbabile, ma assolutamente ipotizzabile. Uno scenario sicuramente distopico e oscuro, che segnerebbe un salto nel passato considerevole di più di 50 anni. Niente più mail e social network, scordatevi gestionali e sistemi cloud. Francobolli al posto dei tweet, enciclopedie al posto di wikipedia, i-pad neanche a considerarli. La comunicazione subirebbe un brusco arresto,…