Hai un nuovo prodotto? Meglio promuoverlo online: il caso Smart

Non si tratta di una novità ma di una riconferma che arriva puntuale, anno dopo anno: gli investimenti pubblicitari nei canali di comunicazione tradizionali sono da anni in un periodo di vacche magre…

Sostienimi! :)

Non si tratta di una novità ma di una riconferma che arriva puntuale, anno dopo anno: gli investimenti pubblicitari nei canali di comunicazione tradizionali (giornali, riviste, radio, perfino la tv mostra i segni del tempo) sono da tempo in un periodo di vacche magre; chi prospera, invece, è sempre il digitale.

I dati proposti a fine 2014 da Iab Forum per quanto riguarda il mercato italiano dell’internet advertising non lasciano spazio a interpretazioni:

  • l’online, come aggregato, si è preso il 25% della quota di mercato pubblicitario (+12,3% rispetto al 2013 – 2 miliardi di euro di investimenti);
  • il segmento video online è cresciuto del 25% (300 milioni di euro di investimenti);
  • la pubbicità sui Social Media cresce addirittura del 70% rispetto all’anno precedente, con investimenti a quota 170 milioni;
  • la pubblicità sui device mobile vive la sua primavera, con una crescita del +50% (investimenti pari a 290 milioni di euro.

Si tratta, oltretutto, di uno scenario liquido, in continuo movimento, in cui i contenuti (si sempre loro) hanno e avranno un ruolo sempre più dominante. Per approfondire, guardate questa piccola infografica.

Nonostante questi bei numeri, la maggior parte degli investimenti assoluti si concentra ancora sulla televisione, ma anche questa grande capacità di attirare le attenzioni da sempre appannaggio del mezzo televisivo può essere sfruttata online, grazie alle possibilità innescate dai cosiddetti “second screen“.

E non è certo un fenomeno di nicchia se pensate che…

ben il 75% degli utenti internet italiani usa almeno un device mobile mentre guarda la televisione

Fonte (e per saperne di più): http://www.adworldexperience.it/remarketing-retargeting/adwords-televisione-second-screen/

E in futuro? Ancora crescita.

Smart punta forte sul digitale

Per questi ed altri motivi non deve stupire se un brand come Smart punta forte sul digitale costruendo addirittura una web-serie (come una mini-serie tv, ma online) per lanciare le nuove fortwo e forfour, supportata da Uruk Lab, azienda del Gruppo Roncaglia che fa del Social Advertising la sua bandiera.

La faccenda è veramente eccezionale per due grandi motivi:

  • protagonisti della serie sono i The Jackal, star youtube con oltre 50 milioni di visualizzazioni;
  • contestualmente, è stato lanciato il primo portale di “booking online” per automobili, ossia http://www.smartforstore.it/, che in pochi click permette di prenotare (quasi acquistare online) la tua Smart.

E’ proprio il caso di sottolinearlo: “Content is King” mai come in questo caso, ma ben affiancato da un’efficace attività di seeding (quindi di distribuzione) di Uruk Lab per la mini serie di 5 puntate. Di seguito un divertente riassunto:

E non solo video ma, come avviene al cinema, dei contenuti extra grazie alla realizzazione di un video backstage.

I numeri dell’iniziativa

Comunicazione innovativa e decisioni forti verso il digitale portano a risultati che non devono sorprendere. Video promo e i 5 episodi originali hanno generato:

  • 1 milione e 350 mila visualizzazioni su YouTube;
  • +296% rispetto alle view attese;
  • oltre 18 mila like ai video su YouTube;
  • oltre 14 mila like ai contenuti condivisi su Facebook.

Un successo pazzesco.


Accedi a risorse riservate – gratis – ogni mese (e ottieni subito l’e-book gratuito!)


More from Luca Crivellaro

Inglese, progetti, studio: una carriera Digital a cui ispirarsi…

Un percorso lavorativo di digital marketing da cui prendere spunto? Ecco una...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *