Novità su Facebook per il business: l’algoritmo di Facebook cambia ancora

Grosse novità per chi usa Facebook per business. E’ in corso un cambiamento davvero d’impatto – da conoscere: mi riferisco all’ennesimo mutamento dell’algoritmo di Facebook…

Sostienimi! :)

Grosse novità per chi usa Facebook per business. E’ in corso un cambiamento davvero d’impatto – da conoscere: mi riferisco all’ennesimo mutamento dell’algoritmo di Facebook, che permette di mostrare in misura più o meno ingente i contenuti che pubblicate per i vostri fan.

Algoritmo di Facebook: lavori in corso

Chi di voi controlla e gestisce una pagina fan su Facebook avrà notato come si siano drammaticamente abbassate le interazioni sui contenuti pubblicati e diffusi tramite FB (la faccenda è in valore assoluto molto evidente nelle pagine con un alto numero di fan).

Questo, da un lato vi mette nella scomoda situazione di ottenere minori visite da Facebook in quanto referral; dall’altro dà maggiori chance ad altri Social Network, che diventano delle vie alternative gratuite per una maggior produzione di click e visite verso il vostro sito.

Tutto ciò si traduce, per la verità, in una maggiore difficoltà nella battaglia quotidiana di attirare visitatori sui vostri siti web: la risposta di Facebook a questo obiettivo comune è ovviamente quella di acquistare sempre più pubblicità sulla piattaforma Facebook Ads.

“We’re getting to a place where because more people are sharing more things, the best way to get your stuff seen if you’re a business is to pay for it” – Facebook

Potete approfondire il discorso su questo interessante articolo di Adage Digital. Ma come fare, quindi, per recuperare i click perduti? Non c’è solo l’advertising (che comunque funziona eccome). Vedo 7 vie…

 

7 modi per recuperare i click perduti

 

  1. Maggiore content curation e attenzione su altri Social Media (Twitter, Linkedin, Google Plus, etc…).
  2. Maggiore cura nella scelta delle parole chiave, dei title e del seo copywriting in generale (questa deve essere la via principale).
  3. Migliore studio degli insight di Facebook: cosa ha funzionato di più? Quali contenuti hanno ottenuto maggiore attenzione?
  4. Rinnovata attenzione al piano editoriale “Social”: in quali orari conviene pubblicare? Quanti contenuti al giorno?
  5. Maggiore sforzo verso l’engagement degli utenti: coinvolgerli direttamente significa farli partecipare; farli partecipare a sua volta porta a un incremento della visibilità del vostro contenuto negli stream dei fan (e conseguentemente benefici per la vostra pagina e per i vostri siti).
  6. Attenzione agli argomenti di attualità: occhio dunque al calendario degli eventi nazionali ed internazionali, ad esempio.
  7. Predisposizione di un budget in Facebook Ads (non se ne può fare a meno, ormai).

 

Conoscete altri modi per sopperire all’abbassamento della reach naturale dei contenuti Facebook? Come fare per recuperare i click perduti?

Tags from the story
More from Luca Crivellaro

Contenuti lunghi, brevi e UX per salire in prima pagina su Google

Vuoi avere più visite online? Spesso si dice che “devi scrivere testi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *