5 elementi di un testo pubblicitario attira-clienti

Poca attenzione degli utenti e forte concorrenza: attirare i clienti è sempre più difficile. Ecco 5 aspetti per testi pubblicitari vincenti…

Sostienimi! :)

La scarsità di tempo e attenzione concessa da qualunque potenziale cliente unita alla concorrenza sempre più numerosa (sicuramente anche grazie a internet), pone chiunque debba vendere o promuovere qualcosa nella difficile situazione di:

  1. Spiegare perché il proprio prodotto o servizio è meglio di quello dei concorrenti
  2. Spiegare tutte le peculiarità del proprio prodotto o servizio
  3. Spiegare da dove nascono esperienza e credibilità (che creano quell’autorevolezza fondamentale per far prosperare qualunque impresa)

Tantissime cose da spiegare, troppo poco tempo.

Questi aspetti, poi, soprattutto online devono essere condensati – spesso – in una frase: un titolo, una call to action, una didascalia da mettere sui Social Network, sul proprio sito, sulle landing page, sulla propria pubblicità.

Mi hanno sempre raccontato (esperti, copywriter, professori) che per realizzare una frase pubblicitaria o una call to action realmente efficace, dovresti riuscire a condensare in breve questi 5 aspetti…

I 5 aspetti di una promozione attira-click

Pensa al tuo mercato, ai benchmark di settore, ai miti e ai tuoi servizi. In 5 punti, sarebbero:

  1. L’eroe del tuo settore merceologico di appartenenza
  2. Lo sfigato
  3. Una cosa che il tuo cliente ama
  4. Una cosa che il tuo cliente odia
  5. Tu e i tuoi servizi

Se provi a riassumere questi aspetti in una frase da usare per una pubblicità, ad esempio, ti accorgerai che non è affatto semplice. Ma nessuno ti chiede perfezione, è più che sufficiente tendere a questi elementi. Per un’ipotetica azienda di scarpe da calcio su misura, che chiameremo Pippo Srl, si potrebbe pensare a una call to action pubblicitaria – ad esempio su Adwords – tipo questa:

Meglio non imitare Pellè: stendi la Germania con le scarpe Pippo! Stop alle figuracce in Euro-visione

  1. L’eroe del tuo settore merceologico di appartenenzamanca nella frase, ma un calciatore che segna rappresentato in una foto può rappresentare “l’eroe”, soprattutto se famoso.
  2. Lo sfigatopurtroppo per noi, in questi giorni il ruolo dello sfigato spetta a Pellè, per via del rigore sbagliato in malo modo contro la Germania pochi giorni fa (Euro 2016)
  3. Una cosa che il tuo cliente amabattere la Germania!
  4. Una cosa che il tuo cliente odiafare figuracce…
  5. Tu e i tuoi servizile scarpe da calcio Pippo!

Facciamo un’altra prova. Stavolta ipotizzo di fare la pubblicità proprio per Bee Social. Così, su due piedi, mi viene in mente una frase del genere:

Primo su Google per 9 euro al mese? Non confondere le fregature con i miracoli. Con Bee Social pre-analisi Digital gratuita per capire che strategia adottare: contattaci senza impegno

  1. L’eroe del tuo settore merceologico di appartenenza – l’eroe è chi è primo su Google spendendo poco :)
  2. Lo sfigato – chi online offre posizionamenti impossibili in 2 settimane (ce ne sono)
  3. Una cosa che il tuo cliente ama – tutto ciò che è gratis!
  4. Una cosa che il tuo cliente odiafarsi fregare.
  5. Tu e i tuoi servizi – Pre-analisi e Strategia di Marketing Digitale.

In questo caso c’è anche una call to action diretta che spieghi all’utente cosa deve fare, ossia una cosa molto semplice: “contattaci senza impegno“. Zero rischi, zero spese immediate.

Chi si è già cimentato nella stesura di testi di questo tipo sa benissimo che la situazione – nella realtà – è ancora più complessa: ad esempio su Google Adwords ci sono limiti di lunghezza molto restrittivi, che impongono rinunce difficili (e non solo, su Adwords sono fondamentali anche altri elementi). A maggior ragione, quindi, serve molta attenzione su testi che spesso vengono liquidati con troppa fretta, quasi fossero secondari.

Che ne pensi? Manca qualcosa per un annuncio pubblicitario efficace, secondo te?


Accedi a risorse riservate – gratis – ogni mese (e ottieni subito gli e-book per creare nuovi contenuti e su “come guadagnare online”)


More from Luca Crivellaro

Pubblicità su Snapchat? A partire da 5 dollari

E' possibile fare pubblicità su Snapchat a partire da 5 dollari e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *