Come aumentare i follower su Twitter? Ecco qualche trucco…

Come aumentare i follower su Twitter? E’ una domanda che in tanti si saranno fatti, a dispetto del fatto che prima di ogni cosa si dovrebbe curare la qualità del proprio flusso di notizie e tweet, senza guardare ai numeri.

Ma è nella natura umana “misurarsi” e volere sempre di più, perciò oggi provo a individuare alcune vie per aumentare il numero dei propri follower e le interazioni con altri utenti su Twitter attraverso “buone pratiche” e qualche trucchetto.

Le basi

Innazitutto, è importante fare un set-up del vostro account con una bio che vi descriva, in maniera originale magari, scendendo nella nicchia di cose /argomenti che vi riguardano e inserendo un link a un vostro sito. Non avete un sito? Potete costruire una vostra presentazione/cv online gratis in 5 minuti o linkare la vostra pagina LinkedIn. Fatto? Proseguiamo allora…

Hashtag, link e immagini: come e quanto usarli?

Si vedono troppo spesso tweet composti unicamente da un link, senza didascalia, o da qualche frase sconnessa e decontestualizzata, senza hashtag. Ecco, la formula più completa di un tweet che non si inserisca in un dialogo già cominciato potrebbe essere testo + link + hashtag (non per forza in quest’ordine).

Ovviamente, quella parte di testo è fondamentale: 8 persone su 10 si fermano al titolo che darete al vostro tweet, senza cliccare. Se però costruirete dei testi intriganti, il tasso di click aumenta del 73%

E’ fondamentale poi inserire qualche hashtag sensato e ricercato dagli utenti, per mostrarvi nelle ricerche di persone che sono interessate ai vostri stessi temi. Ma quanti hashtag usare per ogni tweet? Link e immagini dentro a un tweet: servono davvero? Vediamo qualche numero…

1 Secondo “WhoIsHostingThis”, se usate uno o due hashtag per tweet, otterrete un engagement (=un’interazione) il 21% superiore rispetto a quanto utilizzate tre o più tweet.

2 I tweet con un link al loro interno hanno una probabilità di essere retwettati dell’86% maggiore rispetto a tweet senza link. Fonte: BufferApp.

3I tweet con un’immagine al loro interno riscontrano un’interazione media doppia rispetto a tweet senza immagini.

Secondo JeffBullas, i numeri sono addirittura maggiori per quanto riguarda le immagini:

Tweets with images received 89% more favourites
Tweets with images received 18% more clicks than those without
Tweets with images received 150% more retweets

Twittate TANTO

Non è un mistero, sto scoprendo l’acqua calda: più si twitta, più si ottengono follower. Per 2 mesi ho fatto un piccolo esperimento: ho twittato il circa il doppio rispetto alla mia (scarsa) media giornaliera. Ho monitorato l’andamento con il tool gratuito Twtrland e i risultati mi hanno dato ragione:

 + 40% di crescita dei follower su base settimanale (andamento medio)

Ogni tweet non era casuale (non ho spammato, giuro!): era corredato degli hashtag più opportuni e scelto sulla base di link e considerazioni interessanti che trovavo qua e là, sul web marketing.

> Aiutatevi: automatizzate!

Ho automatizzato un pochino i tweet, per darmi una mano nella gestione del tempo: ogni mattina, grazie a feed RSS preimpostati su diversi temi di mio interesse, monitoravo nuovi articoli interessanti e li programmavo tramite BufferApp, tool davvero utile per schedulare con un click i vostri aggiornamenti Social. In 5 minuti programmavo intere giornate di tweet…

> Rapporto Tweet – Follower

Difficile fare una stima precisa, ma un’indagine di Beevolve conferma la correlazione tra tweet e follower

rapporto tweet follower

Interagite

Non basta twittare come pazzi: cercate di interagire e dialogare con gli altri utenti, per evitare di costruire uno stream di tweet impersonale e per fare realmente “rete”. Gli strumenti base per far ciò non mancano: reply, retweet, preferiti e FF (#FF indica Follow Friday, ovvero gli utenti che suggerite a tutti di seguire, in quanto meritevoli di attenzione).

Followback?

Sicuramente seguire altri utenti nella speranza che questi vi contro-seguano può anche funzionare, anche se non è una pratica che porta risultati a lungo termine né è tantomeno consigliabile. Un’alternativa decisamente più consona potrebbe essere quella di dare il vostro follow a utenti con cui avete già una relazione, magari in altri Social Media. Come? Per esempio su Linkedin

> Cliccate su Rete nel vostro menù Linkedin –> Cliccate su Contatti –> Cliccate su Esporta Collegamenti (a fondo pagina, sulla destra)

Fatto ciò, riportate la lista in .CSV che avete ottenuto nel vostro gestore di posta (Yahoo, Gmail, Hotmail, etc..) e all’interno di Twitter cliccate su Trova Amici, collegando quindi il vostro account di posta in cui avete riportato i collegamenti di Linkedin. Così facendo potrete scegliere chi seguire anche su Twitter…

Conoscete altri metodi per aumentare il vostro gruppetto di follower? In ogni caso, per cominciare bene la vostra scalata, potreste twittare questo articolo... :)

photo credit: JefferyTurner via photopin cc

Tags from the story
More from Luca Crivellaro

L’immagine della settimana – birra Budweiser

[dropcaps]E'[/dropcaps] estate, è tempo di vacanze e di feste: per questo l’immagine...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *