Come aggiungere più link sulla bio di Instagram

Chiunque – aziende, influencer, brand, utenti comuni – sarà incappato prima o poi nel famoso “link in bio”, scritto spesso nelle didascalie dei vari post su Instagram. Cosa significa? Come viene utilizzato? Oggi ripassiamo un argomento basilare e molto pratico, ma che offre molte più opportunità di marketing di ciò che sembri a una prima occhiata: la gestione dei link su Instagram.

Cosa significa Link In Bio

Back to basics: Instagram non ammette la pubblicazione di link all’interno dei testi delle didascalie dei post, tanto da non renderli cliccabili, a meno che questi non siano inseriti nella bio.

Probabilmente la scelta fatta dal colosso “Big F” è stata estremamente ragionata, visto poi l’inserimento della funzione Swipe-Up nelle stories, disponibile per tutti i profili con più di 10k follower. Possiamo quindi affermare che la dicitura “link in bio” usata nelle didascalie è stata pensata proprio per aggirare il limite di cui ti ho appena parlato.

Si trova generalmente sotto diverse forme:

  • Link in bio
  • Vedi link in bio
  • Segui link in bio
  • Clicca sul link in bio
  • Link in bio ⬆️

Tutte queste call to action aiutano l’utente a cliccare sul link presente nella bio di Instagram, che può diventare una preziosissima pagina di atterraggio…

Come migliorare la propria Bio di Instagram

Nel corso degli anni, Instagram ha cambiato più volte la propria interfaccia, con l’aggiunta di funzioni che hanno modificato le abitudini degli utenti che popolano la piattaforma. Chi gestisce un account professionale, però, è sempre combattuto su come sfruttare al meglio il breve spazio disponibile per raccontare di sé.

Ecco quindi comparire la cascata di emoji, caratteri speciali, contatti, tag ad altri account, CTA varie… ma il vero problema rimane sempre quel “link in bio” di cui parleremo tra poco.

Per aziende, brand e influencer vari, migliorare la propria Bio di Instagram significa ragionare attentamente su alcuni aspetti:

  • Cosa rappresenta l’account
  • Cosa raccontare rispetto al soggetto dell’account
  • Quali contatti inserire
  • Quale “link in bio” inserire
  • Usare formattazioni del testo accattivanti
  • Decidere in quale lingua scriverla
  • Inserimento di una CTA – call-to-action

L’importante è senza dubbio rappresentare al meglio il soggetto dell’account ed inserire indicazioni precise, aggiungendo magari un claim che possa rappresentarlo degnamente. Non mancano casi irriverenti sull’uso della bio di Instagram: ecco un esempio che riguarda l’account di Netflix Italia (@netflixit) che ha personalizzato la propria bio con una tipica espressione di stupore in occasione dell’uscita del film Ultras sulla piattaforma di streaming.

Nota: attenzione all’uso delle formattazioni speciali (i famosi testi unicode) e delle emoji, poiché non tutti gli smartphone li supportano, con il rischio che l’utente non riesca proprio a visualizzare ciò che hai scritto.

Come aggiungere più di un link in bio

Impostata correttamente la bio, avremo sicuramente messo nel campo apposito il link che più ci rappresenta. Qui nasce il problema: abbiamo varie risorse online che meritano di essere linkate. Altri account social, sito personale, sito professionale, canale YouTube, portfolio, prodotti dell’e-commerce, etc… tutti link degni di nota per i nostri follower e per i nostri obiettivi di marketing!

Nel caso di un’azienda, potrebbe essere necessario inserire link a vari siti web, landing page, promozioni, e chi più ne ha più ne metta.

Nascono così numerosi siti web con applicazioni in grado di aggregare i link e organizzarli come veri e propri bookmark.

Generalmente ognuno di questi servizi si basa sulla creazione di una pagina web che risponde ad una url pubblica ben precisa e personale dove inserire ogni link, indicandone anche dei dettagli. L’url pubblica generata andrà poi inserita all’interno della propria bio di Instagram.

I servizi per la generazione di link in bio multipli propongono prove gratuite e versioni a pagamento a seconda della piattaforma scelta. Vi consigliamo pertanto di provarli e di scegliere quello che fa più al caso vostro.

Di seguito elencheremo i più famosi (in ordine sparso). Molte sono le funzioni in comune tra loro, come la personalizzazione di colori, font, bottoni, url, anche se alcuni di questi servizi hanno delle curiosissime chicche, di cui troverai riferimento nel prossimo paragrafo.

In generale, le versioni gratuite di questi tool offrono una ristretta gamma di personalizzazioni o un numero massimo di link, mentre le versioni a pagamento vanno a completare l’offerta con funzioni molto interessanti per influencer e addetti ai lavori.

[Sempre nel nostro blog, trovi qui altri articoli a tema Instagram]

 

I migliori strumenti per inserire Link in Bio Instagram

1. Lnk.Bio

link in bio metropolitan museum case study
La url di link per Instagram creata dal Metropolitan Museum of Art è esemplare: di fatto, è diventata una vera e propria “landing page Social”, potenzialmente dirompente per gli account Instagram con largo seguito e brand forte, come in questo caso.

lnk.bio Lnk.Bio è un servizio utile alla generazione di link per la propria biografia di Instagram in grado di fornire, già dalla versione gratuita, una url con i propri link (illimitati).

Nei piani a pagamento lifetime dal costo irrisorio, è possibile accedere a tutte le personalizzazioni del caso e alle funzioni di analisi dei dati, all’uso di tracciamenti esterni e alla programmazione della pubblicazione di link all’interno della propria url.

Davvero impressionante il risultato finale: proponiamo il link in bio del The Metropolitan Museum of Art ➡️ https://lnk.bio/MetMuseum, di fatto una vera e propria landing page.

Tra le varie opzioni di acquisto, anche quella che permette di avere un pannello di gestione dedicato alle agenzie che lavorano con molti clienti e quindi che hanno la necessità di gestire le varie url da un unico centro di controllo.

2. VisitMyLink.com

visitmylink Questa piattaforma per la generazione di efficaci link in bio ha sia una versione gratuita che un piano PRO a pagamento.

Rispetto ad altri competitor, offre pieno supporto al tracciamento del Pixel Facebook che può essere incorporato nella pagina che viene generata con url personalizzata.

Tale funzione è molto utile sia per tracciare i visitatori del link in bio, sia per monitorare eventuali conversioni in caso di campagne Facebook Ads attive.

3. Tap Bio

tap bio instagramIl servizio proposto da Tap Bio promette di rivoluzionare il concetto di link in bio permettendo la creazione di varie “card” consultabili con lo swipe verso destra e verso sinistra (da mobile), molto simile al meccanismo previsto per le Instagram Stories. Anche qui troviamo una versione gratuita e varie versioni a pagamento in base al numero di card desiderate.

Tra le funzioni proposte, oltre al tracciamento del Pixel Facebook, anche la possibilità di inserire un ID per Google Analytics. All’interno delle card è possibile realizzare veri e propri embed dei propri profili social e anche di un canale YouTube, oltre a una bella serie di personalizzazioni.

Ecco il magnifico risultato realizzato da Fender, noto brand di strumenti musicali ➡️ https://tap.bio/@Fender/ (si consiglia di consultarlo da mobile).

4. Bio.fm

bio fm link instagram Bio.fm offre un’interfaccia fresca e pulita, facile da usare. Anch’esso in versione free (limitata) e paid, offre una gamma di personalizzazioni molto curiose dal punto di vista grafico con temi pre-impostati e tracciamenti vari.

La grande differenza rispetto ad altri servizi è legata alla possibilità di incorporare efficacemente contenuti provenienti dalle piattaforme digitali: playlist Spotify, canali YouTube, gruppi Facebook, iscrizioni a newsletter e molto altro.

5. LinkTree

linktree ig bio LinkTree è forse il più famoso tra i vari servizi che offrono la possibilità di creare raccolte di link per la propria bio di Instagram. Prevede una versione gratuita lifetime e un piano “pro” mensile con un’ampia scelta di funzioni utili ad organizzare al meglio la propria pagina.

Tra queste troviamo:

  • possibilità di bypassare temporaneamente il profilo Linktree per andare ad una url definita;
  • tracking vari con parametri UTM;
  • integrazione con MailChimp e altre piattaforme;
  • embed di video da YouTube.

In particolare, la funzione di raccolta iscrizioni alla newsletter è decisamente pratica: si collega infatti con MailChimp o con Fogli di Google per ritrovarsi poi con tutti i contatti degli utenti che vi si sono iscritti.

6. Bioslug

bioslug tool instagram bioLa piattaforma Bioslug, disponibile gratuitamente o con piani a pagamento, permette la creazione di una funzionale pagina dove inserire i propri link e organizzarli secondo varie esigenze.

Tra le funzioni maggiormente apprezzate, è presente anche uno url-shortener interno utilissimo per tenere traccia dei vari clic ottenuti anche all’esterno di Bioslug. Nella versione Pro, è presente inoltre la possibilità di utilizzare domini personalizzati e praticare ottimizzazioni SEO della pagina stessa.

7. Linkin.bio by Later

linkin.bio by later per instagramAltro servizio piuttosto famoso è Linkin.bio proposto da Later, noto servizio di programmazione post Social che ha integrato la propria offerta con la possibilità di gestire al meglio i propri in link in bio.

Tutte le funzioni sono orientate a massimizzare il profitto degli utilizzatori, che potranno taggare prodotti direttamente dal proprio e-commerce Shopify (parliamo di Shopify qui) – per il quale è prevista anche l’integrazione ufficiale – e la misurazione dei risultati grazie gli UTM di Google Analytics.

Qual è il migliore servizio per link in bio di Instagram?

Qualsiasi strategia necessita sempre di una fase di progettazione e predisposizione di tutti gli strumenti. Invitiamo per questo motivo a scegliere il miglior servizio in base alle esigenze attuali, con uno sguardo verso il futuro.

Non esiste un servizio migliore in assoluto, ed è quindi necessario scegliere quello che calza a pennello con il proprio progetto.

Altri articoli di Sandro Menin

B2B Day 2019: fuori dal funnel!

"Fuori dal funnel - Relax, don't do it" è il titolo provocatorio...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bee Social Srl userà le informazioni che hai fornito per l'invio di newsletter informative, con aggiornamenti di settore o per finalità di marketing.
Per favore facci sapere le tue preferenze: