Come trovare blogger e influencer locali?

Il grande tema di chi faticosamente cerca di organizzare eventi di successo è trovare partecipanti. Per fare promozione a un evento locale [Leggi come promuovere un evento online], oltre ai quotidiani e alla pubblicità online (ex. Facebook Ads) si cerca generalmente di coinvolgere qualche blogger locale.

Ma come trovare blog locali?

È semplice trovarli per tematica trattata, ma la provenienza del blogger spesso è un dato nascosto, difficile anche solo da cercare.

Se poi pensate che sia sufficiente creare un grande evento, divertente e coinvolgente, temo avrete brutte sorprese: non basta avere un grande “prodotto”, un eccellente contenuto, per il semplice fatto che la gente non lo sa o non si fida. Sovrastata com’è da troppe informazioni e stimoli, è difficile arrivare alle orecchie, agli occhi e al cuore del vostro target.

Per dare valore a un grande prodotto occorre metterlo “nello scaffale più in vista del negozio giusto”.

Per questo motivo credo che, oltre ai canali di promozione più comuni da usare per un evento, sia importante costruire una strategia di Digital PR ragionata, che produca contenuti e stimoli per i quotidiani locali e per i blogger locali, portatori quest’ultimi di “spettatori” spesso giovani, fidelizzati e “verticali” su un determinato argomento o tematica.

Ma come fare per trovare questi dannati blogger locali? Come sempre, quando ci sono dei bisogni, si sviluppano rapidamente anche delle soluzioni, anche se per questo tema non si può contare sulla soluzione definitiva: occorre arrangiarsi in qualche modo. Vediamo come…

[Articolo aggiornato a giugno 2021]

11 modi per trovare blogger e influencer locali

Spulciando online si trovano diverse soluzioni (a pagamento, per citare 2 esempi super pro, Buzzoole e), ma nessuna – tra quelle gratuite – che si occupa pienamente di individuare dove vivono questi nuovi influencer.
Meglio affidarsi, dunque, sia a soluzioni nate propriamente per trovare blogger (in generale), sia a strumenti e Social Network nati per altri fini ma che al loro interno abbiano funzioni collaterali per cercare influencer e blogger per zone geografiche. Partiamo!

1.

Twitter e tool correlati

Come sappiamo, attorno a Twitter sono nati una pletora di tool per sapere tutto, ma proprio tutto dei vostri follower (e non solo).
Però nel tempo Twitter si è evoluto e presenta, un po’ nascoste, alcune funzionalità di tutto rispetto.
Nella ricerca interna a Twitter, ad esempio, quando si cercano tweet o account, nel menù che appare quando si comincia una ricerca basta andare su “Altre Opzioni” e spuntare “Vicino a te” per individuare aggiornamenti e utenti che stanno utilizzando Twitter nella tua zona geografica.
Molto preciso e particolarmente efficace: pensandoci, influencer e blogger vari generalmente hanno un account Twitter, quindi siete nel posto giusto dove cercare.

Oltre alle funzioni proprie di Twitter, può aver senso cercare le liste di utenti geolocalizzati (ex. “utenti Twitter di Torino”) o individuare i follower di determinati account di vostro interesse, scovando poi manualmente gli utenti localizzati nella vostra zona target.

Ecco un’altra manciata di tool da non perdere se dovete cercare influencer geolocalizzati, ideale per dare supporto ai vostri eventi.

2.

Heepsy

www.heepsy.com

Si tratta di una piattaforma molto semplice ed intuitiva, che permette di localizzare gli influencer su Instagram.

Heppsy ha due versioni, free e a pagamento: tramite la versione gratuita è possibile eseguire semplici ricerche per parole chiave. Ha poi 3 diverse versioni a pagamento, ognuna delle quali dà accesso a funzioni diverse, in base alle esigenze e al budget che si desidera investire.

3.

TweetDeck

tweetdeck.twitter.com/

Questo sito ti aiuta a capire quali tweet arrivano da un’area specifica.

Per creare un filtro di geolocalizzazione si parte da Google Maps: si cerca il luogo di interesse e poi si clicca sul tasto destro, selezionando l’opzione “Cosa c’è qui?”. A questo punto compaiono le coordinate di interesse, che vanno copia/incollate sul campo di ricerca di TweetDeck.

La ricerca si può affinare ulteriormente con “Contents”, “Users” ed “Engagement”.

4.

Nearbytweets

nearbytweets.com/

NearbyTweets è molto semplice: all’accesso, consentite la vostra geolocalizzazione… et voilà: basterà completare il campo in alto a destra con la parola chiave cercata, così da unire argomento e gelocalizzazione. [A onor del vero, nelle prove che ho fatto la ricerca non sempre ha funzionato…] 5.

Google Blog Search – non più attivo

www.google.com/blogsearch – non più attivo

Google Blog Search [ERA] lo strumento ufficiale di Google dedicato alla ricerca di blog. Peccato che Google abbia abbandonato questo strumento, al tempo stesso è un segno del fatto che la distinzione tra blog e siti è oggi molto relativa e labile.

6.

Blog Search Engine

http://www.blogsearchengine.org/

Esistono dei motori di ricerca alternativi, che analogamente a Google Blog Search, permettono di individuare blogger specifici. Potete fare la ricerca per argomento, ma anche per città. Una query di ricerca generica come “blog + città di interesse” restituisce dei risultati veramente pertinenti per le vostre ricerche locali.

7.

La ricerca di blogger local con Facebook

Nonostante non siano previste funzioni specifiche per questa finalità, con Facebook è possibile comunque fare ricerche alternative, basandosi sull’auto-organizzazione dei blogger locali in gruppi, cosa molto frequente. [Guarda come pubblicizzare un gruppo Facebook e perché aprirlo].

Impostando la ricerca per gruppi, infatti, è facile imbattersi in gruppi come “Fashion Blogger Roma” o simili (ad esempio: www.facebook.com/groups/208490895924788/)

8.

Directory varie

Una via ormai sempre meno battuta ma che può dare ancora qualche gioia, in alcuni casi, è quella di provare a cercare delle directory di blog specifici. Si trovano directory relative al mondo fashion, ad esempio, anche se non sempre la geolocalizzazione è una variabile considerata. Un tempo si trovavano più directory specifiche, oggi anche questo aspetto del primissimo web è sempre più in disuso, soppiantato dai Social Network.

9.

“Marketplace degli influencer” come Influgramer

Influgramer è una sorta di portale in cui influencer (o presunti tali!) e aziende possono entrare in contatto. L’iscrizione per gli influencer è gratuita e avviene tramite login con il proprio profilo Instagram: l’influencer potrà completare poi il proprio profilo, indicando i propri contatti e le proprie preferenze.

Le aziende, iscrivendosi al portale, potranno individuare gli utenti da ingaggiare e contattarli. Le schede degli influencer sono centrate su Instagram, quindi al momento c’è spazio soprattutto per chi lavora con la propria immagine, in maniera visuale.

10.

Flytrendy

Flytrendy lavora con una logica simile a Influgramer: si tratta di una piattaforma digitale che mette in contatto i brand con migliaia di creator iscritti alla loro community, con l’obiettivo di creare campagne di influencer marketing su misura. La community conta circa 20mila creator e clienti celebri tra cui il Ministero dello Sviluppo Economico, Autogrill, Baci Perugina e Banca Mediolanum.

11.

Traackr

Traackr è un sito perfetto per chi desidera localizzare gli influencer, ma non solo. I profili degli stessi sono completi e permettono di fare un match tra i valori e gli interessi dell’influencer e quelli del brand. Non solo geolocalizzazione dunque, ma anche potenziale, interessi, e molto altro ancora.


Pensate sia utile, oggigiorno, cercare influencers locali? Possono portare davvero un valore aggiunto agli eventi che si svolgono localmente?

Se si, come siete soliti cercarli?


Accedi a risorse riservate – gratis – ogni mese (e ottieni subito l’e-book gratuito su come generare sempre nuovi ed originali contenuti online)

Bee Social Srl userà le informazioni che hai fornito per l'invio di newsletter informative, con aggiornamenti di settore o per finalità di marketing.
Per favore facci sapere le tue preferenze:


Altri articoli di Luca Crivellaro

Vendere con Instagram Checkout: orientarsi tra pro e contro

Vendere su Instagram con Instagram Checkout: cosa conviene fare, tra vari aspetti...
Leggi di più

6 Commenti

  • Ciao, articolo ben sviluppato ma all’interno della lista manca un portale di ultima generazione ovvero Influgramer.com – trovo che sia molto utile per le aziende trovare Influencer in base a delle caratteristiche specifiche che possono selezionare direttamente online. Non vedo l’ora di leggere altri tuoi articoli che parlino di strategie di Marketing. Una domanda, affronterai anche il Neuro Marketing? Grazie ancora

    • Ciao Mario, grazie per i complimenti e per la dritta su influgramer: me lo studio e lo integro nel post. Riguardo al Neuro Marketing… chissà! ;-)

      • Ciao Luca, io e i miei colleghi Social Media ci chiedavamo se hai una guida per trovare Influencer in Pdf. Influgramer lo hai già studiato? Va bene, scusa per tutte le domande ma siamo sempre curiosi!

        • Ciao Mario, purtroppo sul tema non ho mai sviluppato una guida vera e propria, ma notavo diversi articoli validi online. Quel tool non ho ancora avuto modo di sperimentarlo direttamente, ma ce l’ho in lista… ;-)

  • Ciao Luca e grazie per il tuo post! Io sono una Local Blogger (Lago di Como) e mi ha fatto molto piacere trovare un articolo dedicato alla “categoria” :-) . Ciao e complimenti per il tuo lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bee Social Srl userà le informazioni che hai fornito per l'invio di newsletter informative, con aggiornamenti di settore o per finalità di marketing.
Per favore facci sapere le tue preferenze: