Instagram VS Facebook: quale canale scegliere in una Strategia Social?

Uno degli scenari più liquidi del marketing è rappresentato dal Social Media Marketing: per la natura stessa dei canali Social, negli anni si sono avvicendate numerose piattaforme. Anche i canali Social più apparentemente innovativi, si sono trovati ad affrontare drastici cali, mutamenti o chiusure definitive. Se dico Foursquare, MySpace, Google Plus, capisci cosa intendo.

Un tema di comunicazione centrale per chi ha un’attività o un’azienda è, pertanto, quello di orientarsi con sicurezza nella scelta dei canali di comunicazione da sfruttare per la propria azienda. Per evitare di dilapidare investimenti in piattaforme che nel tempo potrebbero collassare.

Una scelta vincente, in quest’ottica, è rappresentata da Instagram, strumento di comunicazione sempre più solido e centrale in una Strategia di Social Media Marketing. Addirittura, alcuni trend potrebbero perfino segnalare che un giorno non troppo lontano Facebook perda la sua leadership proprio ai danni di Instagram.

Le prove? Eccole…

Instagram nuovo Re dei Social?

Quali prove abbiamo per sostenere la genesi di questa rivoluzione Social? Eccone qualcuna…

Statistiche alla mano…

instagram statistiche numeriInstagram è decisamente in ottima salute e rappresenta uno sfogo ideale per i brand online.

Instagram è ormai prossimo al miliardo di utenti: assieme a Facebook è il canale di comunicazione digitale in maggior crescita

L’80% degli utenti segue almeno un brand su Instagram

Oltre il 30% degli utenti ha acquistato un prodotto online dopo averlo “scoperto” su Instagram

Nella seconda metà del 2017, Instagram Ads è cresciuto del 28%

Il forte lavoro sulla geolocalizzazione porta i suoi frutti: i post con indicazione geografica ottengono circa l’80% di interazioni in più rispetto ai post senza indicazione.

Negli ultimi 3 anni, l’uso di Instagram da parte dei brand è in ascesa, mentre quello di Facebook è in calo

uso dei social da parte dei brand - aziende
Fonte: http://www.edisonresearch.com/infinite-dial-2018/

Circa l’80% degli influencer preferisce operare su Instagram

Il 65% dei post più performanti riguardano prodotti acquistabili o novità di prodotto

Circa il 60% degli utenti di fascia d’età 18-29 (la più significativa per vari aspetti) utilizza attivamente Instagram

instagram uso da parte di brand e aziende

7 hashtag su 10 sono legati a un brand

Negli Stati Uniti, è chiaro quale canale Social i brand vogliano utilizzare per parlare con i loro utenti…

Oltre a quelle già segnalate, ecco le fonti:

  • www.statista.com/statistics/272014/global-social-networks-ranked-by-number-of-users
  • sproutsocial.com/insights/instagram-stats
  • smartinsights.com/social-media-marketing/social-media-strategy/new-global-social-media-research

Mobile-Friendly e Contenuti Live

instagram e facebook mobile friendlyIl grande vantaggio di Instagram rispetto a Facebook è la sua naturale predisposizione per il mobile e per i contenuti live (le stories). Instagram è nato come canale da smartphone e tablet; Facebook no.

Inoltre le stories su Facebook stentano: Facebook rimane uno strumento di comunicazione sicuramente più sofisticato ma al tempo stesso meno veloce, meno spontaneo, più compassato.

La spontaneità di Instagram lo rende anche più attraente per adolescenti e giovani in genere: negli USA – vera cartina di tornasole – IG è un canale in costante e poderosa crescita, anche al di sopra di Snapchat, da cui Instagram ha sottratto quote di mercato.

Instagram è particolarmente adatto per la vendita online

vendere con instagram onlineGià ad oggi è possibile taggare prodotti all’interno di foto e video postate su IG. Tali tag mostrano un’anteprima di prodotto (o servizio) e il costo al di sotto del post: l’utente che vorrà proseguire all’acquisto o conoscere maggiori dettagli può cliccare e proseguire nel sito e-commerce collegato, pertanto uscirà da Instagram.

Questo è quello che avviene anche su Facebook. Però, ci sono delle novità…

Instagram sta cominciando a rilasciare – in fase di test ad alcuni utenti business – la possibilità di vendere direttamente all’interno della piattaforma, quindi bypassando eventuali shop esterni.

Questa novità importantissima è svelata da wersm.com: al momento questa opzione è rilasciata privatamente ad alcuni fortunati utenti in UK e USA. Il futuro, dunque, è chiaro: Instagram abbinerà la funzionalità della vendita online alle funzionalità di comunicazione con video e immagini già disponibili.

Ti invitiamo a leggere anche questo nostro articolo sul tema.

Come vendere su Instagram?

Instagram come migliore canale di comunicazione per un brand?

instagram canale comunicazione brand aziendaDovendo necessariamente scegliere, un brand dovrebbe preferire Facebook o Instagram? 

Premesso che non è sensato fare una scelta a priori (sono tante le variabili in gioco che sottendono alla Strategia Social), in questo momento Instagram sembra un’opzione vincente:

  • su Facebook la battaglia per la visibilità naturale dei propri post è complicata, per non dire “persa in partenza”.
  • Su Instagram, complice il minor numero di utenti (che equivale a dire “minor numero di pubblicazioni giornaliere”) e la predisposizione degli utenti verso i profili Brand, c’è molto spazio per contenuti di carattere commerciale.

Instagram sembra nato per essere – di fatto – uno showroom virtuale di desideri, siano essi viaggi, forma fisica, modi di essere o prodotti.

Maggiore apertura con la comunità di sviluppatori

integrazione community dev instagramFacebook si apre con maggiore fatica alla community di sviluppatori, anche per via dell’uso talvolta improprio delle terze parti (vedasi lo scandalo Cambridge Analytica).

Su Instagram questo pericolo, al momento, non si è presentato: anzi, recentemente Instagram ha annunciato che gli utenti potranno utilizzare effetti e adesivi da parte di app di terze parti (fonte: www.theverge.com/2018/5/1/17306130/instagram-new-features-go-pro-spotify-camera-effects-video-chat-explore)

I segnali positivi verso Instagram non mancano: può diventare davvero lo strumento principe di una Strategia Social Network, senza dimenticare però che una Strategia coordinata e sensata prevede la scelta di numerosi strumenti (anche non Social), identificati non certo “seguendo la moda”, ma partendo sempre da obiettivi e target utente.


Ricevi informazioni gratuite ogni mese – e scarichi gli e-book su “come creare nuovi contenuti” e “come guadagnare online”

Bee Social Srl userà le informazioni che hai fornito per l'invio di newsletter informative, con aggiornamenti di settore o per finalità di marketing.
Per favore facci sapere le tue preferenze:


More from Luca Crivellaro

I fattori di posizionamento Google? Sempre più basati sul contenuto…

Anche quest'anno SearchMetrics ha prodotto il suo malloppone di 84 pagine sui...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bee Social Srl userà le informazioni che hai fornito per l'invio di newsletter informative, con aggiornamenti di settore o per finalità di marketing.
Per favore facci sapere le tue preferenze: