Facebook vuole i tuoi lead

Articolo estivo, su un tema di cui ti sarai già accorto: Facebook vuole proporsi come unico “centro di gravità” dei lead, a discapito del tuo sito, di altre landing page, di tutti gli strumenti che offre Google.

Vuole farti innamorare sempre di più della piattaforma come fulcro centrale per il business, come unico luogo virtuale imprescindibile. Ti sta dicendo: “non serve altro“. E’ un percorso chiaro, che prende avvio, ad esempio:

  • dalle mille possibilità offerte da Facebook Ads (Lead Ads in primis, ma anche dalla possibilità di portare l’utente a Messenger come destinazione del click a pagamento, tanto per fare un esempio). Il passaggio da utente a cliente avviene sempre all’interno dell’atmosfera Facebook.
  • Dagli Instant Article, che escludono la possibilità per l’utente finale di “uscire da Facebook”. Facebook quindi come fonte completa di informazioni.
  • Dal bottone di Facebook Messenger incorporabile facilmente in qualunque sito web. Per la serie: il community management e il customer care li fai rapidamente e senza costo alcuno su Facebook.
  • Dagli evidenti incentivi lato sviluppo di Bot di terze parti da piazzare dentro Messenger per gestire rapidamente le richieste di contatto, supportare il community management e perfino fare lead nurturing.

Sono solo alcuni esempi ben noti, rafforzati però da altre azioni recentissime…

3 azioni recenti che alimentano l'Autarchia di Facebook

(Messaggio subliminale: per fare Marketing non ti serve altro)

Autarchia – In economia politica, la tendenza di un Paese all’autosufficienza economica: produrre tutto o quasi all’interno, riducendo al minimo gli scambi con l’estero.

Treccani – 2010

Ecco altre 3 novità secondo me piuttosto rilevanti che vanno proprio in una direzione “autarchica”, oltre a scommettere forte sull’engagement Brand-to-Consumer, obiettivo acclarato di Zuckerberg all’interno delle piattaforme di Facebook Inc.

Chat Messenger aperta automaticamente con Admin attivi

L’utente che visita la tua pagina fan vedrà l’attivazione automatica della chat se tu gestore sei online in quel preciso istante.

Più facile mostrare un esempio che descriverlo. Eccolo visualizzato sulla nostra pagina fan (e mettilo sto like! www.facebook.com/BeeSocial.WebMagazine)

facebook messenger live

I Gruppi Facebook per l’e-learning

L’ecosistema Facebook si affina ulteriormente: un’evoluzione particolare che stanno prendendo i Gruppi Facebook va in direzione della possibilità di organizzare e gestire dei corsi online. Sarà possibile caricare un corso e organizzare anche il sommario del corso per gli studenti; in futuro – chissà – sarà anche possibile vendere questi percorsi formativi?

Questa novità si inscrive nel curioso ambiente dei Gruppi Facebook, strumenti con caratteristiche diverse da qualunque altro strumento della famiglia di Mark Z.

I Gruppi FB sembrano assumere le caratteristiche – a tendere, in futuro – di spazi e-commerce, con una valenza di business chiara, però nati da una prospettiva diversa: non si originano da prodotti e produttori ma dal versante opposto, ossia da community di appassionati su un determinato tema (il tema del Gruppo, qualunque esso sia).

Se un’azienda fosse abile a creare e guidare lo sviluppo di una community di appassionati su temi specifici, è evidente il vantaggio competitivo, nonché lo spostamento del dove avviene il dialogo con l’utente-cliente. Il quadro è completo se poi ricordiamo il fatto che, in merito ai gruppi, potrebbero essere in dirittura d’arrivo due novità davvero rilevanti:

  1. Le Facebook Ads applicate sull’iscrizione a un Gruppo Facebook
  2. La possibilità per le pagine fan di intervenire (e di essere admin?) di un Gruppo Facebook.

L’E-learning nei gruppi, comunque, è ancora in fase di test (l’ha pubblicato Mari Smith – vedasi immagine di seguito) e le mie sono solo suggestioni personali.

Recentissime dichiarazioni di Zuckerberg annunciano inoltre ulteriori novità nei Gruppi Facebook, evoluzione moderna dei Forum:

  • Facebook Insight anche per i Gruppi (statistiche su crescita, engagement e iscrizioni).
  • Filtro per richieste di iscrizioni basato su residenza geografica, sesso, età.
  • Possibilità di accettazione in blocco delle richieste.
  • Possibilità di bannare utenti e relativi post pubblicati con un click.

Puoi tenerti aggiornato su tutto ciò che riguarda i Gruppi Facebook in questo articolo del nostro blog (costantemente aggiornato): www.bee-social.it/come-pubblicizzare-gruppo-facebook

CRM collegati con Facebook

facebook e crmSemplificare la vita del web marketer e disporre di integrazioni automatiche: questi sono gli effetti di un’importante azione che permette di collegare – ad esempio – Facebook Lead Ads con il proprio CRM per gestire i contatti di un’azienda e le comunicazioni ad esso correlate.

Un’azione passata quasi sotto-traccia ma significativa per le grandi aziende che abbisognano di automatismi per non impazzire di operatività e per mettere in relazione stretta Marketing e Vendite.

Da un punto di vista più generale, di eco-sistema, anche questa nuova feature rappresenta un ulteriore punto messo a segno da Facebook nel presentarsi come l’unico eco-sistema virtuale veramente necessario e “autarchico” disponibile per i digital marketers.

In conclusione

Sono tutte micro azioni, piccole innovazioni incrementali che sembrano scollegate tra loro ma che in realtà seguono un comune disegno di fondo.

La volontà di ripercorrere le orme fatte a suo tempo da Google (e da Amazon nel retail?) e andare oltre è evidente: l’idea di Facebook è di creare e mantenere una galassia perfettamente funzionante a disposizione di aziende, agenzie, privati e freelance, integrabile con l’esterno ma assolutamente indipendente.

Next step: piattaforme e-commerce in pagine fan e gruppi? Manca solo quest’ultimo tassello…


Accedi a risorse riservate – gratis – ogni mese (e ottieni subito gli e-book per creare nuovi contenuti e su “come guadagnare online”)


Tags from the story
More from Luca Crivellaro

I ferri del mestiere: i tool online per chi fa Copywriting in italiano

Scrivi online di frequente? Ecco una selezione di tool per copywriting in...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *