Come pubblicizzare un evento online locale: altre 10 vie da considerare

Abbiamo affrontato in un paio di occasioni il tema di come pubblicizzare un evento online, affinché venga il più possibile conosciuto e diffuso. Oggi torniamo sull’argomento individuando altre 6 vie…

Sostienimi! :)

[La pubblicità è necessaria] – La gallina, quando ha fatto l’uovo, canta; l’anatra no. Nei negozi tutti chiedono uova di gallina, ma nessuno chiede uova di anatra. Chiaro?” (Marcello Marchesi)

Abbiamo affrontato in un paio di occasioni il tema di come pubblicizzare un evento online, affinché venga il più possibile conosciuto e diffuso. Oggi torniamo sull’argomento individuando altre vie e le possibili evoluzioni per far si che il vostro evento – soprattutto se localizzato geograficamente – sia un evento di successo.

Come sempre, mi preme sottolineare quanto sia necessario un approccio di ampio respiro, che punti a costruire una strategia a livello di organizzazione e promozione di un evento. Per questo segnalo anche un libro,  “Organizzare eventi. Segreti e Strategie per Gestire il Marketing di Eventi…“, di Filippo Maria Cailotto. In E-book a 9,9 euro, leggibile anche se non avete il Kindle.

Per ulteriori approfondimenti sul tema:

1. Le azioni web per gli eventi

2. Come promuovere un evento online

[Pagina aggiornata al 30 agosto 2017]

 

10 vie per pubblicizzare eventi online

1.  Eventa – tool italiano per promuovere eventi online

eventa portale di promozione online eventi sul territorio
Una porzione di scheda-evento tipo che puoi creare in poco tempo. E’ possibile anche osservare il numero di views che registra il tuo evento, tra le varie caratteristiche.

Eventa è una soluzione italianissima, sarda per la precisione, che si propone come portale per la promozione gratuita degli eventi, nonché per lo scouting di eventi se stai cercando qualcosa da fare nella tua zona. La piattaforma conta più di 90.000 eventi ogni mese, suddivisi in oltre 8.000 città. Come soluzione per la pubblicizzazione di eventi, è già stata scelta da oltre 70.000 persone.

In pratica puoi caricare il tuo evento, la descrizione, foto e video, le modalità di partecipazione, il luogo, etc… ed ottenere una pagina web da poter condividere per diffondere il tuo evento. Infine, puoi anche sponsorizzare l’evento per darne più risalto all’interno della piattaforma e delle sue piattaforme partner.

Ricapitolando, le caratteristiche principali del portale per chi sta cercando un modo per dare visibilità al proprio evento, sono:

  • Pubblicazione gratuita dell’evento nel portale.
  • Inserimento di qualunque contenuto multimediale, mappa della location dell’evento compresa.
  • Possibilità di promozione eventi online (si vedrà in rilievo nelle ricerche per zona o per categoria, ad esempio).
  • Possibilità di sfruttare la piattaforma per pubblicizzare l’evento in altre 10 piattaforme partner in un solo colpo.
Iscriviti ad Eventa e pubblica il tuo evento gratis

 

2.  Google Adwords Express

Google Adwords Express: la maggior parte degli eventi ha una rilevanza locale e sarà comunque frequentato principalmente da persone residenti in zone limitrofe.

Se avete un po’ di budget per far conoscere il vostro evento, questo strumento di Google vi permetterà di mostrare annunci testuali e banner nella rete Google, con un focus sul territorio. Nato per mettere in rilievo attività locali, a mio avviso si presta benissimo anche per annunci di questo tipo.

3. Foursquare Ads

Foursquare Ads – it.business.foursquare.com/adsideale per sponsorizzare attività locali e promozioni, vi consente di spingere un certo evento, le attività previste e le offerte correlate. Per veri Geek! Ps: dato interessante: il 78% delle persone che fanno ricerche locali su Foursquare con il cellulare, effettuano poi un acquisto.

4. Blog locali e a tema

Blog a te geograficamente vicini ne troverai sicuramente. Contattali e invitali: un biglietto gratis per l’evento o una qualche facilitazione può aiutarti “ad ingaggiarli” per l’occasione, in cambio di un articolo e relativa diffusione sui Social. Come trovarli? Ecco qualche raccolta di blog:

  • Bloglovin – http://www.bloglovin.com/
  • Elencoblog.net – http://www.elencoblog.net/
  • Blogmap.it – http://www.blogmap.it/index.php
  • Blogitalia.it – http://www.blogitalia.it/
  • Ricerca per argomenti su: WordPress – http://it.wordpress.com/tags/
  • Ricerca per tag su: Tumblr – http://www.tumblr.com/tagged/padova (in questo esempio ho cercato “Padova”, ma potete anche scrivere una parola chiave)
  • Ricerca su Google, ovviamente.
  • Ricerca su Facebook, sfruttando i filtri avanzati di ricerca.

5. Quotidiani online locali

I quotidiani online locali (e non solo quelli online) sono spesso alla ricerca di notizie su una certa zona geografica e non sempre è semplice riempire “l’agenda setting”.

Puoi provare a scrivere un comunicato stampa online (guarda qui come scrivere un comunicato stampa) e ad inviarglielo. Ovviamente, cerca di trovare un giusto “taglio editoriale” alla notizia, evitando il taglio pubblicitario.

6. Social Influencers

Non ci sono solamente i blogger però. Puoi scovare persone più o meno influenti (e anche blogger locali) tramite Twitter, cercando l’#hashtag della tua località o l’argomento di tuo interesse. #Padova, #Bologna, #Ragusa, #Cagliari… scoverai persone con cui interagire: alla tua fantasia il difficile compito di trovare il modo di ingaggiarli e di far loro conoscere il tuo evento…

7. Eventbrite

Eventbrite (www.eventbrite.it) è un ottimo modo per far conoscere i tuoi eventi e per organizzare iscrizioni ed eventuale acquisto di biglietti. Con Eventbrite diffondi l’evento sui Social Media e gestisci gli ingressi, senza eccessi di carta e in maniera moderna, tramite smartphone.

Raccoglie anche gli eventi per città, inserendo il tuo party in una lista liberamente consultabile.

8. “Embeddare” un hashtag nel vostro blog

Se hai creato un hashtag per l’evento (ad esempio #greenparty), è bene cominciare a veicolarlo e a farlo conoscere prima, durante e dopo l’evento. Fare l’embed di un #hashtag nel tuo blog, magari in sidebar, è un’operazione semplice anche per chi non conosca molto bene l’Html grazie a strumenti come Twubs.

Scrivi l’hashtag desiderato e clicca su embed: si genererà un codice da copiare-incollare in un’area testo per html del tuo sito o blog (tipicamente in sidebar). Così facendo potrai mostrare tutti i tweet generati dagli utenti con quella parola chiave.

9. Tool: Happings

Ce ne sono diversi, mi limito oggi a segnalare Happings, che permette una visione interattiva di eventi in tempo reale sulla mappa di Google.

Pubblicare il tuo evento è gratis, spaziando tra varie categorie come eventi culturali, di folklore, turistici, ma anche eventi commerciali. La dimensione “geolocal” si unisce al “quando” l’evento si tiene.

10. Facebook Ads – Pubblici personalizzati sugli eventi Facebook

Facebook continua ad introdurre novità, soprattutto nella sua piattaforma pubblicitaria, che ora si arricchisce di un ulteriore elemento a favore di chi abbia la necessità di promuovere eventi online.

Come si evince dall’immagine allegata, dall’estate/autunno 2017 è possibile creare dei pubblici di utenti personalizzati, composti dalle persone che hanno già interagito in passato con i tuoi eventi su una specifica pagina fan di Facebook in tuo possesso (cioè hanno messo “mi interessa”, “parteciperò”, o hanno commentato).

In caso di eventi ripetuti nel tempo, i Facebook Event Custom Audiences diventano uno strumento assolutamente da attivare.

Conosci altri modi efficaci per promuovere online un evento locale?


Accedi a risorse riservate – gratis – ogni mese!

Tags from the story
More from Luca Crivellaro

I supermercati fanno a gara di solidarietà

[dropcaps]I[/dropcaps]n caso di sciagure, come il terremoto recente che ha colpito larghe...
Read More

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *