Come creare un piano editoriale per i Social Media: breve guida

Per un’azienda o un’attività medio-piccola, elaborare un piano editoriale per i social può rivelarsi un lavoro sorprendentemente complesso: non è solo un modo per pianificare contenuti social in anticipo, ma piuttosto implica un ragionamento strutturato a monte sugli obiettivi di marketing che si desidera ottenere.

Sviluppare un piano editoriale strategico significa, quindi, pianificare attentamente tutti i contenuti prima della loro pubblicazione, in modo da ottimizzare l’impegno rivolto a questa specifica attività, e creare rubriche di contenuti in grado di generare risultati e raggiungere gli obiettivi auspicati: siano essi di brand awareness, di traffico, di interazione con la community o di generazione di lead e conversioni.

In questo articolo ti mostreremo come e perché elaborare un piano editoriale di contenuti social per la tua attività.

Perché hai davvero bisogno di un piano editoriale per i social

Il motivo principale per cui un piano editoriale è così importante è che ti permette di ideare una vera content strategy.

Quando ti ritrovi a dover creare un’ampia mole di contenuti per popolare i tuoi canali social, con lo scopo di raggiungere determinati obiettivi, è fondamentale pianificare e razionalizzare la programmazione, in modo da ottimizzare gli sforzi e meglio canalizzare l’impegno social.

Non solo lavorare a un piano editoriale ti farà risparmiare tempo, ma ti aiuterà anche a ottenere risultati sempre migliori dai tuoi contenuti. Proviamo ad approfondire meglio i benefici generati da una calendarizzazione strategica dei tuoi contenuti social.

1. Sarai in grado di pianificare i tuoi contenuti in base ai tuoi obiettivi di marketing e di business

Ad esempio, se il tuo obiettivo è generare più lead dai tuoi contenuti, allora dovresti ricercare quali tipi di argomenti interessano il tuo pubblico e capire come puoi creare contenuti mirati che portino il tuo target a lasciarti tutti i riferimenti per un contatto futuro.

2. Potrai giocare d’anticipo nella creazione di contenuti stagionali e legati a ricorrenze specifiche

Come ben saprai, ci sono determinate giornate e periodi dell’anno in cui è più semplice proporre alla tua community offerte, sconti e occasioni d’interazione (per esempio Natale, il Black Friday, la Festa della Mamma, …).

Perdersi queste giornate a causa di un’errata programmazione è davvero un peccato, quando basterebbe semplicemente organizzarsi in anticipo e cavalcare trend di attualità che ti possono dare maggiore visibilità.

3. Potrai pianificare i tuoi contenuti per supportare le tue campagne marketing

Quando hai nuovi prodotti/servizi o nuove funzionalità in uscita (o qualsiasi altro grande cambiamento da comunicare alla tua community di clienti e potenziali clienti), adattare con anticipo il piano editoriale dei tuoi contenuti social alla presentazione di questi nuovi lanci è sempre un’ottima idea.

Ti permette, infatti, di programmare i lanci promozionali con materiali di comunicazione all’altezza, stimolando anche in anticipo gli utenti con dei contenuti teaser che aumentano l’attesa.

4. Sarai finalmente in grado di essere costante, coerente ed efficace nella creazione dei tuoi contenuti social

Un calendario editoriale può aiutarti a tenere il passo con il raggiungimento degli obiettivi prefissati dalla tua strategia social e può supportarti nella pubblicazione strategica, costante e coerente di contenuti rilevanti per la tua community di interesse.

Potrai quindi scegliere di utilizzare strumenti di calendarizzazione automatica (come Postpickr, CoSchedule, Trello, Later o Buffer) o semplici fogli di Excel o fogli Drive per aiutarti nella pianificazione.


Ma come organizzare praticamente un piano editoriale per i Social Network? Ecco i 5 passi che suggeriamo.

Come organizzare il tuo piano editoriale in 5 passi

Step 1: stabilisci gli obiettivi di marketing che vuoi raggiungere dai contenuti social 📋

Come accennato in precedenza, il primo passo nella pianificazione di un calendario editoriale è stabilire quali sono i tuoi obiettivi di marketing e di business.

Inizia con i tuoi obiettivi di business: in che modo il content marketing può aiutarti a raggiungere questi obiettivi? Una volta che lo sai, puoi definire chiari e trasparenti obiettivi di marketing, come ad esempio:

  • aumentare il traffico verso il tuo sito web aziendale;
  • migliorare la consapevolezza e la portata del tuo marchio;
  • costruire fedeltà con il tuo pubblico di destinazione e con i potenziali clienti;
  • incentivare l’interazione dei tuoi potenziali clienti con i tuoi prodotti e/o servizi;
  • generare più lead e nuovi contatti;
  • generare nuovi clienti e aumentare le vendite.

Step 2: ricerca possibili argomenti, strategie e tematiche con cui sviluppare i tuoi contenuti social 🔍

In questa fase, non si tratta di entrare nello specifico dei contenuti social effettivi che poi inserirai nel piano editoriale, ma semmai di elaborare alcune idee approssimative sul tipo di contenuto che dovresti creare per raggiungere i tuoi obiettivi di marketing. Ti proponiamo qualche esempio:

  • per generare più lead, l’ideale è proporre dei contenuti che stimolino i download o i contatti via email;
  • per indirizzare più traffico al tuo sito web, crea contenuti accattivanti (anche graficamente), attuali e che rispondano alle curiosità del tuo target, con il fine di attirare i lettori a cliccare su determinati link;
  • per fidelizzare i tuoi fan e follower, concentrati su contenuti di grande valore che forniscano al tuo pubblico informazioni preziose e difficili da trovare altrove (guide, video di approfondimento, dirette con esperti, tutorial, …);
  • per aumentare la brand awareness attorno alla tua attività, l’ideale è raccontare la mission della tua azienda, le persone che ci lavorano, il “dietro le quinte” del tuo lavoro e ciò che distingue il tuo lavoro da quello dei tuoi concorrenti;
  • per generare nuovi clienti e aumentare le vendite, crea più contenuti che ti consentano di mostrare i benefici e le funzionalità di servizi e/o prodotti in modo chiaro e accattivante.

In questa fase, si tratta solo di avere un’idea approssimativa del tipo di contenuto che dovresti creare per raggiungere tali obiettivi.

Step 3: fai ricerca e prendi ispirazione dai migliori profili già attivi sui canali social media 💯

Prima di entrare nel dettaglio dei tuoi singoli post, prenditi del tempo per fare un po’ di ricerche e per lasciarti ispirare dai piani editoriali delle aziende più attive e di successo sui social.

Non limitarti ai tuoi competitor, ma cerca di spaziare il più possibile anche in altri settori e di imparare dai migliori (anche fuori dall’Italia), salvando riferimenti, condividendo idee con gli altri membri del tuo team e cercando di capire in che modo potresti declinare gli stessi contenuti proposti dagli altri sulle esigenze della tua audience.

Poniti poi le seguenti domande:

  • Quali sono i contenuti social, pubblicati dai miei profili di riferimento, che ottengono il maggior numero di interazioni?
  • Quali, invece, ottengono il maggior numero di commenti e condivisioni?
  • Quali sono più funzionali per portare traffico?
  • Quali sono più adatti alla generazione di contatti e di conversioni?
  • Quali ti sembrano ottimi in termini di brand awareness?

Incrociando i tuoi obiettivi con i risultati delle tue ricerche sul campo e con le risposte a queste domande, potrai ottenere informazioni importanti sulla tipologia di contenuti social da integrare nei tuoi piani editoriali.

Step 4: entra nello specifico della creazione dei contenuti per il piano editoriale ✏️

In questa fase, avrai già molte informazioni sul tuo pubblico di destinazione, sulle sue preferenze, sui tuoi obiettivi di marketing e sulla tipologia di contenuti da realizzare.

Questo è il momento ideale per iniziare a pianificare i contenuti nel dettaglio. Se fai parte di un team più ampio, è molto utile svolgere questa parte di lavoro insieme a più persone, per raccogliere quante più idee possibile, per dare spazio al talento e alla creatività di ciascuno e per avere più certezze sulla fattibilità di determinate proposte (es. contenuti video, grafiche, infografiche, …).

Quando ti verranno in mente idee, argomenti e tematiche da inserire nel calendario editoriale, prima di scendere nel dettaglio dei formati, dei testi e della realizzazione dei singoli contenuti, poniti alcune domande cruciali:

in che modo questo contenuto specifico mi aiuterà a raggiungere i miei obiettivi di marketing? In che modo questo contenuto è rilevante per la mia community? In che modo questo contenuto può dare valore ai miei prodotti e ai miei servizi?

Se non ti aiuta a raggiungere gli obiettivi prefissati o se è troppo lontano dagli interessi della tua community, allora forse è meglio scartare quell’idea e provare altre ispirazioni: è un lavoro dove creatività e strategia si incontrano!

Come già abbiamo detto, inoltre, ricordati di creare un collegamento fra il piano editoriale, le idee per i tuoi post e la stagionalità degli stessi: se stai lavorando al piano editoriale per dicembre, non potrai ignorare il tema “Natale”; se stai lavorando al piano di febbraio, non potrai ignorare l’occasione di San Valentino (a meno che la tua attività non abbia nessun tipo di collegamento con queste occasioni commerciali).

Occorre anche valutare attentamente la possibilità di cavalcare alcuni argomenti social rilevanti. Spesso la continua corsa al contenuto “real time” più simpatico o irriverente, può essere un’arma a doppio taglio.

Non tutti i brand si possono permettere un tono di voce così spigliato. Risulta quindi fondamentale chiedersi prima se questo contenuto di attualità social sia adeguato ai propri seguaci e se la curva di attenzione sull’argomento non stia già scemando. Spesso “vince” chi lo fa per primo e i successivi sono quasi tutti una brutta copia.

🔎 Leggi anche come scrivere un buon testo per i Social

Step 5: monitora continuamente i tuoi risultati e ottimizza la tua strategia 📊

Nessun piano editoriale dovrebbe essere completamente scolpito nella pietra. Infatti, è sempre un’ottima idea monitorare con costanza e sguardo critico i risultati dei tuoi contenuti social e utilizzare tali informazioni per ottimizzare il tuo calendario e, di conseguenza, la tua strategia di content marketing.

Ad esempio, se hai provato a proporre alla tua community una rubrica di tutorial su come utilizzare i tuoi prodotti, ma noti che questi contenuti specifici non stanno performando come avresti voluto, è importante cercare di capire subito il perché, come puoi migliorare o se è il caso di passare a un’altra tipologia di post.

Monitora sempre i tuoi risultati in modo coerente, tenendo presente anche i tuoi obiettivi di marketing e apporta di conseguenza modifiche alla tua strategia e al calendario.


Altre risorse utili:

Altri articoli di Sandro Menin

SAS Forum Milan 2019: Shape the New

Come dare forma al nuovo? Questa è stata la domanda che ha...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bee Social Srl userà le informazioni che hai fornito per l'invio di newsletter informative, con aggiornamenti di settore o per finalità di marketing.
Per favore facci sapere le tue preferenze: