Instagram Marketing per il business: da dove cominciare?

Instagram non richiede ormai chissà quali presentazioni: nasce come social network nel 2010 e ben presto si guadagna un’ampia popolarità, con un milione di nuovi utenti registrati in soli due mesi, 10 milioni in un anno e 1 miliardo netto raggiunto a Maggio 2019 (fonte).

Instagram è oggi il social più diffuso, usato ed apprezzato al mondo da varie fasce d’età. Offre una vasta gamma di opportunità per l’auto-promozione, sia personale che come brand o azienda, ed è ormai un solidissimo alleato anche per la vendita online (a maggior ragione per acquisti di impulso, trendy).

Serve aiuto per la tua strategia su Instagram? Scrivici senza impegno per una prima consulenza gratuita

Leggi come possiamo aiutarti

Ecco perché è uno strumento di comunicazione così importante nella strategia di digital marketing. Nell’articolo di oggi, quindi, torniamo a fare una sintesi di alcune buone pratiche di Instagram marketing per il business!

Vediamo insieme come non farsi sfuggire l’opportunità di gestire al meglio la propria pagina Instagram aziendale, per la promozione del prodotto e dell’immagine del brand.

Hack e best practice di Instagram marketing

Fare marketing su Instagram non significa solamente guadagnare con Instagram, ma contribuisce -come detto- anche e soprattutto a creare o alimentare l’immagine di un brand o un progetto agli occhi dell’utente finale (B2B o B2C che sia).

Come sempre, anche su Instagram i dettagli fanno la differenza.

Per questa ragione andiamo a vedere alla spicciolata alcuni accorgimenti molto pratici da ricordare per elevare un pochino sopra la media la comunicazione su IG.

🖼 Curare al massimo livello l’aspetto grafico

Cominciamo ovviamente dalla grafica. Il valore della grafica e/o della parte visiva del contenuto non solo dovrebbe sempre essere un completamento del copywriting (e non una sua copia), ma dovrebbe porsi come obiettivo quello di attirare l’occhio dell’utente, invogliarlo a soffermarsi.

La frenetica quantità di contenuti a cui siamo quotidianamente sottoposti ha fatto sì infatti che la velocità di fruizione sia quasi scontata, di conseguenza durante lo scroll del feed di Instagram abbiamo due grandi obiettivi:

  1. il nostro primo obiettivo è catturare l’attenzione dell’utente,
  2. il secondo offrirgli un contenuto di qualità. 

#️⃣ Arrivare ad utenti che non ti conoscono tramite gli Hashtag

Anche scegliere gli hashtag giusti è fondamentale per farci trovare dal nostro target potenziale, ossia da tutti coloro che sono interessati a ciò che facciamo ma non ci conoscono come brand o servizio.

Non basta identificare i soliti 5/6 hashtag e usarli sempre uguali: occorre la curiosità e la voglia di andare a scoprirne sempre di nuovi, di variarli, di sperimentare. Si tratta di un modo a costo zero per provare ad arrivare ad utenti sempre nuovi…

📣 Programmazione e Completezza della Comunicazione

Programmare i post in anticipo può essere molto utile non solo per non perdere pezzi per strada, ma anche per avere sempre sotto controllo una visione d’insieme dei contenuti offerti e mantenere una certa costanza di pubblicazione.

Non basta però la precisione: come per la ricerca hashtag, serve anche una forte propensione a comunicare in maniera completa. In ciascun post (le didascalie sono un corredo di senso e di valore fondamentale!), ma anche tramite link in bio e descrizione generale dell’account, aree che necessitano di essere monitorate ed aggiornate con costanza.

Sui post Instagram infatti -come sappiamo- non è possibile ad oggi inserire dei link diretti verso il nostro sito, e-commerce, blog o shop online; il link in bio è quindi il nostro unico e prezioso allaccio (gratuito*) con i presidi web dove si svolge la vera attività del business.

💸 Instagram Ads

Ebbene si, come per qualunque social network “mainstream”, anche su Instagram bisogna prevedere una strategia a pagamento per sostenere la visibilità dei propri post e video. Viceversa sarà molto complicato “bucare l’internet”, specie se la comunicazione avrà carattere prettamente commerciale.

I famosi “contenuti di qualità” possono aiutare, se realmente originali e creativi, ma solitamente non bastano.

Funziona la pubblicità su Instagram?

Certo che si, funziona eccome la pubblicità su Instagram. Puoi sfruttare le inserzioni su Instagram per pubblicizzare la tua azienda e raggiungere possibili clienti con una targetizzazione precisa e insight fruibili.

Tutti gli annunci pubblicitari su Instagram vengono inseriti nel feed come post, foto, video e storie sponsorizzate; sono distinguibili solamente grazie all’etichetta “Sponsorizzato” posta sotto al nome utente e all’eventuale invito all’azione sotto al post (il classico “Scopri di più”, ad esempio).

Con Instagram Ads, infatti, è possibile includere questa call-to-action all’interno del post. Si tratta di un bottone cliccabile che conduce l’utente dove vuoi tu: per esempio alla pagina prodotto nel tuo shop, alla visita del profilo o per portare traffico verso un sito web, un e-commerce, un’app…

🔎 Se vuoi leggere alcuni casi di successo di Instagram per il business, guarda qui!

Affidati agli esperti per la tua pubblicità su Instagram!

Contattaci e fisseremo un appuntamento durante il quale ti spiegheremo meglio il nostro modo di lavorare e potrai raccontarci cosa vorresti ottenere e quali sono le tue esigenze, su Instagram e non solo.

Social Media Marketing: 4 buone pratiche, oltre alle solite attività

Una buona gestione social per aziende o professionisti – come abbiamo ormai compreso – necessita di una strategia di marketing, e di tutti gli accorgimenti che abbiamo visto finora in questo articolo.

Ma non solo: in ogni gestione Instagram sensata, che si rispetti, si dovrà certamente partire da obiettivi e storie da raccontare, da stili (anche grafici) e toni di voce, ma per differenziare il racconto di un brand su Instagram bisogna anche cercare di prestare attenzione ad alcuni aspetti, spesso sottovalutati, la cui assenza porta a un appiattimento della comunicazione e della qualità stessa della comunicazione.

Ciò che può fare la differenza su Instagram è un mix di tecnica, volontà di rimanere aggiornati e personalità.

Ad esempio, è fondamentale:

  1.  🤝 Umanizzare il brand. Una delle caratteristiche di Instagram -così come della maggior parte dei Social Network per il Business- è rappresentata proprio dallo storytelling aziendale, che può e deve sfruttare sia i contenuti condivisi dagli utenti / clienti (User Generated Content – UGC), sia ciò che hanno da dire eventuali Brand Ambassadors, collaboratori e dipendenti dell’azienda (brand e aziende sono espressioni delle volontà comuni delle persone!).
  2. ✍️ Rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità -in continua evoluzione- relative al social network, sugli aggiornamenti dell’algoritmo, sulle potenzialità espresse dai nuovi strumenti (reels, formati, etc), per una maggior presenza nel feed o nella sezione cerca, e su tutti i maggiori trend del momento.
  3.  👌 Rispettare i formati pubblicitari di Instagram per contenuti fruibili in modo ottimale dall’utente. Lo scopo è sempre quello di invogliare l’utente all’azione: un like, un commento, un click al sito, una condivisione o anche solo alla visualizzazione corretta del contenuto. L’interazione dell’utente sul canale è già una mini-conversione che – su larga scala – può generare brand awareness e attenzione a ciò che il marchio ha da raccontare.
  4. 🤳 Sfruttare le Instagram stories e le story ads: qui parliamo di un aspetto tecnico preciso. Le stories sono la via più semplice per raccontare valori, pensieri e novità, giorno dopo giorno, innescando un possibile dialogo con gli utenti. Danno un’immediatezza e obbligano l’azienda a mettersi in gioco, anche al di là della forma.

Tutti questi punti invitano naturalmente brand e aziende ad avere una voce.

Come far crescere i follower su Instagram?

Arriviamo infine a una delle richieste più comuni: come far crescere i follower su Instagram?

Premessa: la quantità di follower è una “metrica di vanità”, che potrebbe salire naturalmente in caso di contenuti realmente utili e piacevoli.

Seguire con costanza i consigli finora elencati potrebbe certamente condurre a una crescita organica dei tuoi follower nel tempo. Ma è bene ricordare che l’acquisizione dei follower su Instagram non è un processo rapido, richiede tempo ed impegno, ma con la giusta strategia si ottengono le dovute soddisfazioni.

Interagire con gli altri utenti e seguire i profili giusti -in base al tuo target e/o settore- aumenta le possibilità del tuo profilo Instagram di acquisire nuovi follower gratuitamente, ma solo l’advertising porta risultati importanti.

Si può infatti lavorare in tal senso con la pubblicità, pur non esistendo un tipo di campagna espressamente dedicato alla crescita dei follower su Instagram (al contrario di ciò che avviene su Facebook)

Anche l’Influencer Marketing può essere una strada ovviamente, sia per l’incremento del numero dei tuoi follower su Instagram, sia per promuovere il brand, ma è importante sottolineare quanto tale attività non possa assicurare in nessun modo la certezza del risultato, né offrire strumenti tangibili per valutare anticipatamente i risultati di  ogni singola collaborazione.

In ogni caso, il consiglio che diamo è: spendi più tempo a curare i tuoi contenuti e le tue relazioni, meno a pensare al numero di follower.

Altri articoli di Federica Oronti

Instagram Marketing per il business: da dove cominciare?

Ecco perché è uno strumento di comunicazione così importante nella strategia di...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bee Social Srl userà le informazioni che hai fornito per l'invio di newsletter informative, con aggiornamenti di settore o per finalità di marketing.
Per favore facci sapere le tue preferenze: